Comune di Scarlino

comune scarlino

Carta d'identità

Carta d'identità

A decorrere dal 10 febbraio 2012, ai sensi del Decreto-Legge n. 5 del 09/02/2012, "La carta d'identità viene rilasciata o rinnovata con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo". Ciò significa che le carte d'identità emesse dal 10/02/2012 non varranno solamente dieci anni, bensì dieci anni più il tempo che resta per arrivare alla data di nascita del titolare.

Alcuni paesi, il cui elenco si trova specificato nel sito www.poliziadistato.it non riconoscono la validità del timbro di proroga; pertanto, nel caso si intenda entrare nei predetti Stati,  è necessario richiedere il rilascio di una nuova carta di identità.
Si ricorda che, comunque, il passaporto resta il documento valido per recarsi in tutti gli Stati.

La Carta d'Identità costituisce un documento di identificazione per finalità di polizia e, per i cittadini italiani e nei casi e con le limitazioni previste, di validità per l'espatrio nei paesi dell'Unione Europea e negli altri paesi aderenti ad accordi/convenzioni per la libera circolazione.
E' richiesta l'esibizione diretta della Carta di Identità:

  • per l'identificazione della persona ad ogni richiesta degli organi di polizia, nei procedimenti della pubblica amministrazione ed in altre attività per lo più a carattere negoziale (operazioni bancarie/finanziarie, atti pubblici, stipula di contratti ecc.);
  • come documento valido per l'espatrio di cittadini italiani nei paesi che acconsentono
  • per comprovare i dati in essa contenuti ovvero cognome, nome, luogo e data di nascita e lo stato civile e la residenza, qualora non variati.
  • E' richiesta l'acquisizione di fotocopia NON autentica:
  • per la registrazione dei dati acquisiti dalle pubbliche amministrazioni e/o gestori/esercenti pubblici servizi, mediante l'esibizione del documento;
  • per le autocertificazioni/istanze da prodursi alla pubblica amministrazione ed ai privati che vi acconsentono.

Come fare
Chi può richiederla:
dall'entrata in vigore del decreto-legge 70 del 13.5.2011 - i residenti nel comune od iscritti all'AIRE di qualunque età.
Come può essere richiesta:
L'interessato deve presentarsi personalmente al dipendente addetto munito di documento di riconoscimento in corso di validità od in mancanza di due testimoni muniti di documento di riconoscimento in corso di validità e che ne attestino l'identità. Le dichiarazioni di assenza di cause ostative all'espatrio sono sottoscritte nella forma semplificata prevista per la presentazione delle dichiarazioni sostitutive di notorietà alle pubbliche amministrazioni:

  • dal diretto interessato maggiorenne che non sia interdetto od inabilitato
  • dal tutore o curatore per gli interdetti ed inabilitati, previa identificazione a mezzo di esibizione di documento di riconoscimento valido e acquisizione di copia del provvedimento di interdizione/curatela
  • da entrambi i genitori per i figli legittimi minorenni di genitori anche non conviventi e/o separati/divorziati o di figli naturali di genitori conviventi. In caso di mancato consenso di uno dei genitori si dovrà ricorre al Giudice Tutelare.
  • da entrambi i genitori o dal solo genitore convivente od esercente la patria potestà per i figlio naturale minorenne, previa dichiarazione/documentazione della propria condizione
  • dal genitore superstite o dal tutore nominato dal Giudice Tutelare per i minorenni orfani.

Documentazione da presentare:

  • Tre foto formato tessera a mezzo busto e senza cappello
  • I cittadini EXTRA-U.E. devono presentare anche il passaporto ed il permesso di soggiorno
  • I cittadini COMUNITARI devono presentare il passaporto o la carta di identità del paese d'origine.

Casi particolari:

La sottoscrizione della dichiarazione di assenza di cause ostative per l'espatrio per i figli minorenni può essere effettuata dai genitori anche in tempi diversi, con l'avvertenza che la carta di identità potrà essere ritirata solo dopo che sia stato perfezionato il procedimento.  In caso di impossibilità di uno dei genitori a presentarsi personalmente è consentito provvedere per scritto con le modalità semplificate previste per la presentazione delle dichiarazioni/istanze alla pubblica amministrazione.
Costi:
La Carta di identità attualmente rilasciata dal Comune di Scarlino (su supporto cartaceo fornito dal Poligrafico dello Stato) è rilasciata e rinnovata al costo di € 5,42
Per i duplicati di carta prima della scadenza il costo è € 10,58
Validità- Rinnovo:
L'art. 31 del decreto-legge 25 giugno 2008 n. 122 ha prorogato la validità della carta di identità a 10 anni (anzichè 5 anni). La nuova validità si applica anche alle carte già rilasciate, purchè valide al 26 giugno 2008, data di entrata in vigore del decreto-legge. In questo caso si dovrà provvedere alla convalida per gli ulteriori 5 anni richiedendo al servizio anagrafico od agli uffici decentrati presso le circoscrizioni, di apporre l'apposito timbro con l'indicazione della nuova data di scadenza.
Poichè sono stati segnalati casi di NON riconoscibilità all'estero della carta con proroga della validità attestata dal timbro, gli interessati possono richiedere il rilascio di un nuovo documento.
I titolari dovranno poi provvedere al rinnovo del documento tra il 180° ed il 90° giorno antecedente alla scadenza naturale.
Il cambio di residenza, professione o stato civile non comporta il rinnovo della carta prima della sua scadenza.
A norma dell'art. 10 comma 5 del decreto legge 13 maggio 2011 n. 70 la validità della carta d’identità è diversa a seconda dell’età del richiedente:
-da 0 ai 3 anni: validità 3 anni;
-da 3 ai 18 anni: validità 5 anni;
-oltre 18 anni: validità 10 anni
Tempi di attesa
Il rilascio della Carta di identità è immediato.
 
L'espatrio dei minori di 14 anni
è subordinato alla condizione: "che viaggino in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci o, che venga menzionato, su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l'assenso o l'autorizzazione, convalidata dalla questura o, dalle autorità consolari in caso di rilascio all'estero, il nome della persona, dell'ente o della compagnia di trasporto a cui i minori medesimi sono affidati".
I genitori o chi ne fa le veci, pertanto dovranno aver cura di:

  • munirsi di adeguata documentazione comprovante la titolarità della potestà sui minori che viaggiano con loro, quale potrebbe essere:
  • estratto di Nascita Plurilingue (da richiedere al comune ove è stata registrata la nascita del minore)
  • libretto Internazionale di Famiglia aggiornato alla nascita del figlio ultimo nato (da richiedere all'Ufficio di Stato Civile del comune ove è stato registrato l'atto di matrimonio dei genitori, ovviamente ove ricorra questo caso);
  • atto comprovante la tutela legale ecc. tradotto e (se previsto) legalizzato.

Nel caso i cui i minori viaggino con altri, richiedere alla Questura, con sufficiente anticipo, la convalida della dichiarazione in ordine alla persona, ente, compagnia di trasporto, cui il minore è affidato per il viaggio; verificare, prima di intraprendere il viaggio, se la Carta di Identità ed i documenti integrativi sopra descritti siano idonei a consentire l'ingresso nello Stato estero d'interesse (ovviamente il comune non è responsabile di inconvenienti/respingimenti derivanti da incongruità con convenzioni internazionali/disposizioni preesistenti, eventualmente rilevate dall'autorità estera in fase di prima attuazione del decreto-legge 70/2011).

Carta per minori di 15 anni
La carta d’identità deve riportare la firma del titolare che abbia già compiuto 12 anni di età: se in rilascio avviene prima del raggiungimento di tale età, non dovrà essere  apposta la firma del minore.

Dati identificativi, privacy ed aggiornamenti
La professione da indicare sulla carta di Identità è quella effettivamente svolta al momento del rilascio del documento. L'indicazione dello stato civile sulla carta di identità NON è obbligatorio ed anzi deve essere preventivamente autorizzato dal richiedente. Non è previsto il rinnovo della Carta di Identità prima della sua scadenza ai fini dell'aggiornamento di residenza, stato civile o della professione.
Deterioramento
E' previsto il rinnovo della Carta di Identità prima della scadenza in caso di deterioramento o distruzione. In tal caso l'interessato all'atto della richiesta del duplicato della Carta dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità l'avvenuta distruzione. L'interessato dovrà altresì presentare altro documento di identità o due testimoni maggiorenni muniti di documenti di riconoscimento.
Furti e smarrimenti
E' fatto obbligo di denunciare alle autorità di Polizia il furto o lo smarrimento dei documenti di identità e di esibire la denuncia al servizio anagrafico all'atto della richiesta del duplicato della carta.
In caso di furto/smarrimento all'estero: contattare l'Autorità Consolare Italiana più vicina per richiedere il rilascio del "foglio di viaggio" (con foto) di durata limitata e che potrà essere utilizzato per le sole esigenze del viaggio di ritorno.
In Italia: recarsi presso l'anagrafe più vicina per richiedere il duplicato della carta di identità, previa acquisizione di nulla-osta e di conferma dei dati dal comune di residenza.
Iscritti A.I.R.E.
Dal 1° giugno 2007 per gli iscritti nell'Anagrafe degli Italiani all'Estero la carta di identità può essere rilasciata/rinnovata anche all'Autorità Consolare Italiana competente per territorio, previa verifica/aggiornamento dei dati e nulla-osta del comune di iscrizione.
Servizio a domicilio
Per le persone ricoverate in RSA, casa di riposo o comunque in condizioni tali da non potersi muovere, è possibile avvalersi di un servizio a domicilio purché si trovino all'interno del territorio comunale. Il servizio è eseguito con il personale dell’ufficio Servizi Demografici in collaborazione con la Polizia Municipale e può essere prenotato presso l’ufficio anagrafe. All'atto della prenotazione dovranno essere prodotti:

  • n. 3 foto tessera recenti
  • il vecchio documento di riconoscimento (o denuncia di smarrimento/furto presentata alle forze di Polizia)
  • dichiarazione in ordine ai connotati (altezza, colore degli occhi, capelli, professione, indicazione o meno dello stato civile e la capacità o meno dell'interessato di sottoscrivere il documento.
  • importo previsto € 5,42 o 10,58
  • e fornire tutte le informazioni necessarie (indirizzo, recapiti telefonici di pronto rintraccio ecc).

Il dichiarante dovrà firmare alla presenza del personale dell’ufficio Anagrafe o Vigile Urbano incaricato che effettuerà anche il riconoscimento. Qualora l'interessato sia impossibilitato a firmare sul documento verrà apposto un timbro recante apposita dicitura.

Modulistica