Regione Toscana

Politica Ambientale

Ultima modifica 28 novembre 2018

Sulla base degli interessi dichiarati l’Amministrazione si impegna a TUTELARE LA QUALITA’ DELLE RISORSE E DELLE MATRICI AMBIENTALI A GARANZIA DI UN TERRITORIO VIVIBILE ED ACCOGLIENTE E DI UNO STILE DI VITA SANO ATTRAVERSO:

  1. attivazione, monitoraggio e controllo delle procedure per la bonifica dei siti inquinati e degradati sia di competenza dei privati che degli enti pubblici;
  2. attivazione, congiuntamente agli altri enti territorialmente competenti, di studi mirati e di progetti per il controllo  dell’inquinamento dei suoli e delle emissioni aventi ricadute nella Piana del Casone;
  3. gestione dei rifiuti, di concerto con il Gestore Unico del Servizio, finalizzata ad aumentare le percentuali di raccolta differenziata nel territorio comunale e l’ avvio di un processo di sensibilizzazione della cittadinanza in tema di “buone pratiche” in materia;
  4. manutenzione costante, valorizzazione del patrimonio boschivo, tutela della biodiversità e della fascia costiera con azioni finalizzate al contenimento dei fenomeni erosivi;
  5. politiche urbanistiche orientate alla riduzione del consumo di nuovo territorio anche ai fini della tutela idrogeologica del territorio e ad incentivare il recupero del patrimonio edilizio esistente;
  6. azioni di contenimento dei consumi interni dell’ente sia al fine del miglioramento delle performance ambientali (riduzione delle emissioni) sia al fine della riduzione della spesa corrente.

L’ Amministrazione si impegna a riesaminare con periodicità il Sistema di Gestione Ambientale per assicurare che lo stesso risulti sempre adeguato ed efficace nonché a verificare i riflessi degli obiettivi strategici espressi sugli aspetti ambientali direttamente correlati.
Al documento di Politica Ambientale sarà data la massima diffusione distribuendolo a tutto il personale e rendendolo disponibile al pubblico.
Scarlino, Febbraio  2016            

Il Sindaco Marcello Stella

Approvata con Deliberazione di Giunta Comunale n. 80 del 20/05/2016